Incontro n.3 di consultazione territoriale con Coni, Ufficio Scolastico Territoriale di Avellino e Sport e Salute

Innalzare il livello della qualità della vita nelle aree rurali per venire incontro ai bisogni delle persone e contrastare il disagio giovanile. Lo sport può essere una delle risposte. Di questo si è discusso nel corso dell’incontro di questa mattina con Coni, Ufficio Scolastico Territoriale di Avellino e Sport e Salute promosso nell’ambito della consultazione territoriale del Distretto Rurale Irpinia e Gal Irpinia.

L’idea è di dare vita ad un vero e proprio progetto pilota aperto al contributo di tutti gli attori e gli organismi preposti da destinare a più Comuni e che si occupi di diffusione e promozione dello sport come strumento di miglioramento della qualità della vita, in particolare dei giovani, come mezzo di contrasto all’uso di alcol e droga, come attività che favorisce inclusione e che educa ad uno stile di vita sano. Ovviamente con il coinvolgimento delle scuole.
Si è trattato di un primo incontro. Ne seguiranno altri. Su di una tematica che è di grande rilievo sotto il profilo sociale e culturale. Soprattutto per i nostri borghi sempre più a rischio spopolamento.

Premere ESC per chiudere